Perché non mi rispondi?

 
Perché non mi rispondi?
Autore: Giorgio Saponaro
Collana: Lune Nuove 132
Categoria: letteratura italiana
Pagine: 96
ISBN 88-497-0410-0 FUORI COMMERCIO OUT OF SALE
€ 10,00


Perché non mi rispondi? racconta una lunga ossessione d’amore che afferra ogni attenzione, lentamente coinvolge e finisce per turbare, oltre che per far dimenticare cose simili scritte da Catullo a Moravia, da Nabokov a Svevo.

La storia, narrata prima da lui e poi da lei, utilizzando due linguaggi differenti, si fa leggere tutta d’un fiato perché in essa riescono a sciogliersi le finzioni, i trucchi della letteratura e si tocca con le mani, con il cuore la vicenda vera, molto drammatica, d’un amore possibile, che accade e dura per qualche tempo e, nello stesso tempo, d’un amore impossibile, destinato a consumarsi. Più si stringono l’uno all’altra, più si dicono frasi amorevoli, più si baciano perdutamente, più stanno uno dentro l’altra e più, inavvertitamente, prima, ma dopo più chiaramente, si allarga un’ombra in lui e lei allora cerca di fare un figlio con lui, un figlio che possa rappresentare il principio di un grande amore. Il racconto di lui è più portato a descrivere questa donna, che l’ha conquistato fino all’ultima fibra del corpo, con un’incredibile ricchezza di dettagli sentimentali ed erotici, minuziosi, accaniti, quasi infiniti, tanto per ricordare sempre a se stesso l’assoluta importanza di quella donna meravigliosa e sensuale. Il racconto di lei, più semplice, più discorsivo, più femminile insomma, sottolinea la sorpresa e la felicità provata in quest’avventura inaspettata: un uomo ricco, un amante perfetto, premuroso, intelligente, desidera e ama proprio lei, una donna frustrata e allora – naturalmente – anche lei gli si butta fra le braccia, lo desidera, lo ama.

La storia è vera, intensa, dura, raccolta in se stessa, personalissima, con poche finestre aperte sul mondo esterno, finisce per turbarci e anche per commuoverci: c’è un incontro ravvicinato fra due persone, tutto pieno di sesso, di dolcezza, di complicità e assieme tutto pieno di paure, di solitudine, di lontananza e c’è anche, nell’ultima pagina, la speranza del domani, nel bambino che deve nascere.

Giorgio Saponaro è nato a Bari, dove vive e lavora. Ha scritto più di cento libri. È presente nel “Meridiano” Racconti italiani del Novecento, a cura di Enzo Siciliano, edito da Mondadori.

Tra i suoi titoli da ricordare: L’acchiappanuvole (romanzo, Bari 1965), I racconti della controra: Buddha, Solleone, Apani (Premio Prezzolini, Fasano 1983), I giorni della vita, parte prima, parte seconda e parte terza (racconti, Fasano 1992), Il ragazzo di Tirana (romanzo, Firenze 1996), Un mondo fantastico (poesie, Fasano 2003), Il romanzo di Bari (romanzo, Martina Franca 2005), Abigail Tobbogan (racconti, Fasano 2006).

Collabora dal 1967 a “Nuovi Argomenti”, rivista fondata da Alberto Moravia e Alberto Carrocci e diretta da Enzo Siciliano.

Ha diretto la rivista “Aleph”.

 







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 26 visitatori online
  
home search