Perle e palafitte

 
Perle e palafitte
Autore: Orazio Patti
Collana: Verbamundi 69
Categoria: saggistica / antropologia
Pagine: 176
ISBN 978-88-497-0535-5
€ 13,00


I lagunari del sistema d’acqua del Wémè-Nokué, nel sud del Bénin, sono il riferimento antropologico vivente che testimonia come e perché, agli inizi del XVIII secolo, prese avvio la “costruzione” di una nuova società in Africa sub-equatoriale. La pressione esercitata dalla ferocia della Tratta degli schiavi e l’opportunità di rifugio individuatodalla comunità all’interno del ciclo dell’acqua, furono i principali input di quegli anni che diedero vita ai villaggi palafitticoli di Aguégués, disegnando una nuova geografia antropologica della regione.

In Italia meridionale, alle falde del Vesuvio e in territorio d’interesse archeologico intorno alla città di Pompei, è in corso di scavo, a Longola, un villaggio proto-preistorico riferibile a una comunità che viveva anch’essa in un paesaggio d’acqua oltre 3.000 anni fa.

La storia e la geografia, unitamente all’antropologia e all’archeologia delle comunità d’acqua, si riflettono allo specchio ponendo in primo piano realtà che, nella loro contemporaneità, si riconoscono intrecciate sul filo delle perle di pasta vitrea e delle palafitte.

Orazio Patti, dopo 25 anni di attività nel campo professionale della geologia, lavora dalla metà degli anni ’90 per conto dell’ U.E. in progetti di Cooperazione nei Paesi in Via di Sviluppo, in particolare in quelli francofoni dell’Africa equatoriale e sub-equatoriale. Nel 1999 ha pubblicato il volume SarnoilSarnoilSarnese: Ecogeografia dell’acqua dai disastri alla risorsa. (Napoli).







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 36 visitatori online
  
home search