La sfida globale di Edgar Morin

 
La sfida globale di Edgar Morin
Autore: Santa De Siena
Collana: Verbamundi 36
Categoria: saggistica / filosofia
Pagine: 232
ISBN 88-497-0088-1
€ 15,00


Questo libro su Morin offre una visione del percorso filosofico che ha portato il pensatore francese dalle riflessioni epistemologiche a quelle sulla politica e l'educazione nell'età contemporanea. Questo nesso tra epistemologia ed etica, analisi della conoscenza e della politica, è l'aspetto evidenziato dall'autrice. 
Come integrare soggettività e conoscenza? Morin non ha mai perso di vista la posizione del soggetto, la sua necessità che sia posto di fronte al mondo affinché il mondo possa svelarsi. L'autrice mostra dunque un pensiero che, già consapevole della crisi del soggetto, sembra averla introiettata per fornire la giustificazione di una filosofia che non abbia paura di capire, che non si ritragga dalla realtà. 

Edgar Morin è nato a Parigi nel 1921. Ha studiato storia, geografia e diritto. Dal 1950 al 1979 è ricercatore al CNRS (Conseil National de la Recherche Scientifique). Attualmente è direttore di ricerca del CNRS per la sezione scienze umane e sociali, dirige il CETSAP (Centre d'Etudes Transdisciplinaires - Socilogie, Antropologie, politique), associato con l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, ed è animatore della rivista "Communications". È fondatore insieme a J. L. Le Moigne, che dirige il Programme Européen MCX, dell'APCX, l'Association Pour la Pensée Complexe, di cui è Presidente. Attualmente collabora con il Ministére de l'Education Nationale, de la Richerche et de la Tecnologie francesi.
I suoi interessi sono stati multimensionali e multidisciplinari. Dopo le ricerche epistemologiche che hanno dato vita ai quattro volumi de La Méthode (il quinto è in preparazione) e alla sua applicazione nei vari campi del sapere, sempre di più il suo impegno di intellettuale si sta concentrando sulle problematiche antropo-politiche. Dopo il crollo del Muro di Berlino è in atto un processo di globalizzazione che non coinvolge soltanto i mercati, ma implica processi complessi e ambivalenti che richiedono una nuova razionalità complessa ed una visione globale all'altezza delle sfide globali. La concezione di una antropocosmologia è la proposta di Edgar Morin per un riarmo intellettuale che salvaguardi le libertà e promuova una riforma del pensiero. La deterritorializzazione dei processi pone problemi nuovi, ma soprattutto espropria gli abitanti del pianeta dei fondamentali legami umani e impone logiche di solidarietà e la conquista di una coscienza planetaria. La sola in grado di affrontare le sfide e di offrire nuove strategie.
Tra le opere più recenti su queste problematiche ricordiamo: Introduzione ad una politica dell'uomo, Una politica di civiltà, I miei demoni, Una testa ben fatta.





Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 11 visitatori online
  
home search