La ferita di Odisseo

 
La ferita di Odisseo
Autore: Raffaele Taddeo
Collana: Astrolabio 27
Categoria: saggistica / critica letteraria
Pagine: 152
ISBN 978-88-497-0661-1
€ 14,00


Questo saggio di Raffaele Taddeo costituisce uno studio interessante poiché, se è vero che il tema del ritorno nella letteratura canonica è stato ampiamente studiato in saggi e studi di grande rilievo, meno investigato,
anzi del tutto trascurato, è lo stesso tema nella letteratura prodotta da scrittori stranieri, alla luce delle grandi migrazioni intervenute nel mondo globalizzato.
L’autore traccia un esaustivo profilo introduttivo, esaminando la storia e la natura dei flussi migratori, rilevando la differenza tra le grandi migrazioni storiche e quelle contemporanee. Stabilito quanto sia importante per lo scrittore migrante preservare la propria identità, si entra quindi nel vivo del tema che dà il titolo allo studio,
“il ritorno”, esemplificando attraverso alcune opere “la nostalgia della terra natia”.

Raffaele Taddeo è nato a Molfetta (Bari) nel 1941. È autore e curatore di molti volumi, tra cui Narrativa nascente. Tre romanzi della più recente immigrazione (con Donatella Calati, 1996); La lingua strappata (con Alberto Ibba, 1999); Narrativa nascente – letteratura italiana della migrazione – autori e poetiche (2006); Il carro di Pickipò (con Paolo Cavagna, 2006).
Nel 1991 ha fondato, in collaborazione con alcuni amici del territorio Dergano Bovisa di Milano, il Centro Culturale Multietnico La Tenda, di cui a tutt’oggi è presidente. È membro del comitato editoriale “El-Ghibli” dalla sua nascita nel 2003, impegnandosi specialmente nell’organizzare la stesura dei “supplementi” e le recensioni di testi della letteratura della migrazione.







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 52 visitatori online
  
home search