Vatandas

 
Vatandas
Autore: Tahsin Yücel
Collana: Nuove Lune 77
Categoria: letteratura straniera
Pagine:
ISBN 978-88-497-0797-7
€ 15,00


 

Un impiegatuccio di ufficio, Shaban Bas, impacciato nei suoi vestiti e riservato, cammina rasentando i muri, sospettoso di tutti: caso vuole che si imbatta in uno sbirro. Qui la paranoia relazionale confina col capolavoro narrativo. Perché in agguato dentro di lui c’è un altro personaggio, che si oppone a quell’abbattimento: e allora, l’eroe nascosto in Shaban Bas diventa Volkan Tas, uomo sicuro di sé, bello e forte. Immerso nei sensi di vergogna, specie quando tradisce la fidanzata con una vecchia affittacamere dal tanfo di cipolla, per Shaban Bas esiste un unico rifugio: le latrine pubbliche. Così si instaura una schizofrenia letteraria che sfocia nella riconciliazione identitaria dei due personaggi.

Il tono dell’opera, sentenzioso eppure familiare, serio e comico, rinforza l’intensità della dualità che abita il personaggio. Attraverso un dialogo in forma di monologo, Vatandas mescola il presente ai ricordi d’infanzia, gli aneddoti alle osservazioni sulla letteratura, accostate da un occhio beffardo, mentre spia con acutezza le traversie della specie umana.

 

 

Tahsin Yücel, nato nel 1934 in Turchia, ha insegnato lingua francese all’Università di Istanbul per 38 anni. Ha tradotto nel suo paese Balzac, Flaubert, Proust, Gide, Camus, Malraux, Queneau, Barthes e tanti altri. È autore di vari romanzi che ne fanno uno dei più grandi scrittori turchi contemporanei. Alcuni suoi racconti sono stati tradotti nella Nouvelle Revue Française.

 

Leggi il primo capitolo







Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 160 visitatori online
  
home search