folder novità 2 | marzo 2009 PDF Stampa E-mail

cop.-coral 

Mehmet Coral
I diari segreti di Costantinopoli
La città simbolo di un impero dalla storia millenaria

È opinione diffusa che pochi luoghi sulla terra possano reggere il confronto con le bellezze naturali e con le storie emozionanti di Istanbul. Nata con il nome di Bisanzio, dal nome del suo fondatore, diventata Costantinopoli, in onore del grande imperatore che ne cambiò la storia, divenuta Istanbul (forse una forma alterata del greco Stan Poli – Alla Città), era, in passato, il solo centro a essere chiamato, giustamente, “la città”. Ciò che caratterizzava la capitale non erano solo le bellezze naturali o la fortunata posizione geografica, ma il concetto stesso di Impero Romano, tant’è che, se i bizantini si definivano Romaoi (Romani), allo stesso modo i turchi si chiamavano Rum.
La storia della città si lega strettamente con le storie dei suoi protagonisti e della gente che l’ha abitata, che vengono qui presentate senza distorsioni di tempo o di spazio e, in alcuni casi, in forma “compressa”: a volte, al punto giusto e con la luce appropriata, un frammento di una fotografia bidimensionale riesce ad accendere più facilmente la memoria.

Mehmet Coral (Izmir, 1947), giornalista e scrittore turco, è autore di diversi libri incentrati sulla storia del suo paese. 

Cosmografie 60
ISBN 978-88-497-0594-2
Prezzo: euro 13,00
Pagine: 148
Categoria: letteratura balcanica

 

 


copcristaldi

Giuseppe Cristaldi
Un rumore di gabbiani (libro+dvd)
prefazione di Caparezza
con un contributo di Franco Battiato
Orazione per i martiri dei petrolchimici

La veemente descrizione della vasta piaga petrolchimica nei territori italiani, la deriva degli operai e delle rispettive famiglie, le mutilazioni affettive connesse all’inalazione del cloruro di vinile monomero, i viaggi della speranza, l’ignominia, i pensieri notturni, i trepidi atti diurni, le emarginazioni, le vessazioni sugli operai alimentate da una ritrosia culturale, la natura ridotta a una carcassa di molosso. Questo il contenuto di un’opera filmica sperimentale sia a livello testuale che strutturale, costituita da un’orazione reggente, da intercalazioni documentaristiche e da provocazioni scenografiche. La caustica concezione di una denuncia radicata nei canoni dell’odierno teatro civico che rasenta i livelli del macabro per giungere nelle viscere delle coscienze.

Giuseppe Cristaldi (1983) vive e lavora a Parabita (Le). Dopo la sua prima opera Storia di un metronomo capovolto torna al pubblico con Un rumore di gabbiani in cui traspare tutta la sua sensibilità verso problematiche di carattere civile. 

Cosmografie 56
ISBN 978-88-497-0582-9
Prezzo: euro 15,00
Pagine: 32
Categoria: letteratura italiana

 



sterile

Simone Consorti
Sterile come il tuo amore
Diventare genitori oggi? Una sfiancante odissea tra ginecologi, psicologi e strampalate paranoie

Francesco e Giorgia, entrambi trentasettenni, lui bibliotecario in un liceo, lei architetto, decidono di avere un figlio. Francesco è un indeciso cronico, al contrario di Giorgia, una “ragazza del sud” pervicacemente attaccata all’idea di matrimonio, figli e casa ordinata. La scoperta della sterilità di Francesco dà inizio a una strampalata storia che si svolge prevalentemente dentro studi medici di andrologi, ginecologi, psicologi, tra analisi di laboratorio, contenitori sterili, provette, test di gravidanza, in presenza di camici bianchi, infermiere ficcanaso, poltrone freudiane che ospitano psicanalisti che citano Dante, insomma tutto quanto serve a dimostrare come anche uno spermatozoo inerte possa procreare, attraverso l’inseminazione artificiale, un bambino sul cui nome i genitori hanno già cominciato a litigare 
Con una scrittura capace di divertire, dialoghi scoppiettanti, trovate umoristiche ingegnose, Simone Consorti ci presenta un romanzo di intrattenimento intelligente, un piccolo capolavoro di humour. 

Simone Consorti è nato nel 1973 a Roma. Il suo primo romanzo, L’uomo che scrive sull’acqua “aiuto” (Baldini e Castoldi 1999) ha vinto il premio Linus. Suoi racconti e poesie sono usciti in varie riviste e antologie.

Plenilunio 2
ISBN 978-88-497-0580-5
Prezzo: euro 13,00
Pagine: 132
Categoria: letteratura italiana

 



cop.il-gioco

Ettore Maggi
Il gioco dell'inferno
Tra passato e presente, la guerra di liberazione mai conclusa

La rabbia, il dolore, il disagio, le piaghe mai sanate della lotta per la liberazione sono il trait d’union di questa dirompente raccolta. Mentre nel paese la strada della pacificazione nazionale è divenuta una scelta bipartisan, i protagonisti dei racconti ricordano, parlano e agiscono come se la guerra non fosse mai conclusa. La passione di chi combatte per la libertà, oggi come ieri, è animata, infatti, dal medesimo odio verso un nemico che fa della violenza e del sopruso le sue armi. Due generazioni colte nei loro percorsi convergenti: dalla lotta al fascismo ai cortei contro il G8 a Genova, un ritratto duro e senza compromessi di un’identità politica radicale e di un substrato umano che ha fatto della resistenza una ragione di vita.

Ettore Maggi è nato a Cagliari da padre genovese e madre sarda, e ha quasi sempre vissuto a Sestri Ponente (Genova). Ha lavorato come tecnico di laboratorio precario nella ricerca scientifica per oltre dodici anni. Attualmente vive a Milano. Scrittore e traduttore, suoi racconti sono stati pubblicati in diverse riviste e antologie.

Plenilunio 3
ISBN 978-88-497-0593-5
Prezzo: euro 15,00
Pagine: 220
Categoria: letteratura italiana

 




cop.olatarant

Pilar León Sanz
La tarantola spagnola
Il morso del ragno negli studi clinici della Spagna del XVIII secolo

Più si approfondisce la storia del tarantismo, più è chiara la necessità di superare il domicilio endemico, il Sud Italia e il Salento in particolare, per approdare sulle rotte mediterranee. Su questa scia è nato il desiderio e la convinzione di entrare in un territorio assai poco conosciuto, animato da quei medici che, in terra di Spagna nel XVIII secolo, s’interrogavano sulla terapia dei suoni e del ballo di fronte agli uomini morsicati dal ragno.Questo volume presenta un notevole corpus di fonti storiche inedite o poco conosciute per il pubblico italiano. Nella speranza che il percorso della tarantola possa continuare nella rete mediterranea, per poi tornare all’endemica terra del rimorso, più arricchita e consapevole. 

Pilar León Sanz svolge attività di ricerca sulla medicina del XVIII secolo, sulla storia delle professioni sanitarie e sull’origine e lo sviluppo dell’etica medica. Da alcuni anni, studia la musicoterapia nella Spagna del XVIII secolo, tema sul quale ha pubblicato: Musicoterapia y observación clínica en la España del siglo XVIII: el tarantismo (Nassarre 1997; XIII: 69-122); Teoría de la acción terapéutica de la música en la medicina del siglo XVIII (Nassarre 1993; IX: 79-117); Literatura médica española sobre musicoterapia en el siglo XVIII (Nassarre 1991; VII: 73-155); Medical Theories of Tarantism in Eighteenth-Century Spain (London, 2000: 273-292). Altre sue pubblicazioni sono: Vicente Ferrer Gorraiz Beaumont y Montesa (1718-1792), un polemista navarro de la Ilustración (con D. Barettino Coloma, 2007); Professional Responsibility and the Welfare System in Spain at the Turn of the 19th Century (2007).

Verba Mundi 73
ISBN 978-88-497-0577-5
Prezzo: euro 15,00
Pagine: 228
Categoria: saggistica / antropologia





crocevia

Crocevia 11/12
Letteratura dell’Oceania e altre scritture dal mondo
Dal Pacifico un’inedita e grande lezione di letteratura

“Crocevia” prosegue sul suo cammino tra i crocevia culturali del mondo, all’insegna di una fertile contaminazione, di una volontà d’apertura, scoperta e confronto. In questo numero la sezione monografica è dedicata alla letteratura del Pacifico.
Il racconto breve ha avuto in quest’area una particolare fioritura, tanto che in Nuova Zelanda, nelle Figi, nelle Samoa e in genere negli arcipelaghi dei Mari del Sud alcuni autori ne hanno fatto la loro unica forma espressiva. Ora, negli anni a cavallo del nuovo millennio, uno dei motivi ricorrenti nella narrativa di questa vasta area geografica comprendente anche l’Oceania è la preoccupazione per l’ambiente, sempre più minacciato dallo sfruttamento delle foreste e delle risorse naturali e dalla crescente pressione antropica nella sua storia e nei suoi sviluppi

Racconti di: David Malouf (Australia), Matthew Condon (Australia), Peter Dayble (Australia), Janet Frame (Nuova Zelanda), Dan Davin (Nuova Zelanda), Witi Ihimaera (Nuova Zelanda), Salesh Kumar (Fiji), Albert Wendt (Samoa), Sia Figiel (Samoa), Steven Thomas Lydale (Papua Nuova Guinea), Peli Hau‘Ofa (Tonga).

Le riviste 41
ISBN 978-88-497-0576-8
Prezzo: euro 15,00
Pagine: 224
Categoria: letteratura straniera 

Scarica qui il folder il formato Adobe pdf.

 

Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Chi è online?

 13 visitatori online
  
home search